L’incesto va a museo, a Cork

Simon Fujiwara, The Museum of Incest, 2009.
Simon Fujiwara, The Museum of Incest, 2009.

Guardate questa installazione. E’ una delle opere più significative dell’artista anglo-giapponese Simon Fujiwara. SI intitola Museo dell’incesto e sarà esposta alla Crawford Art Gallery di Cork, Irlanda, dal 10 maggio al 27 giugno prossimo.
E’ la visione del percorso evolutivo della mente umana dell’artista, secondo lui. Un percorso fatto di ritagli di giornali, oggetti e manufatti densi di simbologia sessuale, buttati lì quasi a casaccio.
Fujiwara nel parlare del suo Museo dell’incesto, presentato già alla Biennale di Venezia 2011, lo ha descritto come un viaggio personale, alla scoperta di se stesso uomo nel contesto familiare.

Ora, mi viene da dire quello che nell’arte contemporanea è praticamente vietato: Potevo farla anch’io ‘sta roba qua (cito Bonami). Tanto più che l’uomo, che è vero che non più adolescente, è nato solo nel 1982. Ammesso che abbia capito il complesso di Edipo, mi pare un po’ presto per farne un teorema.
Ma poiché non si fanno i conti in tasca all’arte, resta il colpo d’occhio. E quella buccia di banana buttata lì in mezzo ai giornali, forse io non ce l’avrei messa mai.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...