E la luna è ancora là

Nella danza dell’autunno rosa
Rinnegata dea che riposa
In letti di moderazion
E’ l’autunno di pallide fedi
Lungo venti lasciati a piedi
E maschere senza color

E’ l’autunno che scaccia i suoi eredi
Respirando ora moderazion
E crolla ai piedi
Di preghiere senza vocazion

Quieta dama che spinse la culla
A un viscido strisciar
Tra le carni di un vecchio
Che scaldò la sua credulità
Compiaciuta e padrona del nulla
Ora idee non ha
E l’autunno è uno specchio
Che scandisce la sua povertà

A cavalcar solo venti a favore
Siano freddi, e nudi di passion
Per voti ad ore
Di Maddalene senza più emozion

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...