Patriarchy

Il diritto è diritto di chi lo solleva Un’onda contro il patriarcato si leva Il peso del bimbo sul ventre che spinge Altrove un altro uomo padre si finge Ammanta la neve coperta Berlino Se solo potessi un’ultima bottiglia di vino Lontano anni luce spende eterno il sole Settant’anni mai compiuti in tonnellate di parole Lentissimamente la vita spezzata va avanti Nessuna promessa, ne’ speranza, Siamo tutti affranti Che tutti i mesi di luglio siano maledetti Lungo inverno sul bianco immenso dei tetti Manca l’aria, la metro, il caffè Ore intere ad annodare macrame’ Continua a leggere Patriarchy

AIR

The army arrives. It lines up the coffins.Kindergartens close. She sings in the gardens.Time does not pass. You can only touch me with your eyes.The world stops. Don’t you dare cough.Field hospitals. It looks like a movie.A very old film. About our yesterday life. Broken hearts. The long goodbye of the intubated.Lovers divided. The breathless prayers.Lungs exhausted. Doctors also die.War is just begun. The fans don’t come. Be responsible. No room left in the morgue.Keep your distance. Everything is gonna be okDisinfect your brain. Draw rainbows.Empty the streets. The dolphins can come back.Thus begins a new story. Looking for air.In … Continua a leggere AIR

il Mare e gli impostori

Il mare non e’ qualcosa che impari Ce l’hai dentro. Ti ci ripari l’ultima cosa che vedi. Respiri profondi e poi muori In città, in aereo, quando fai la rivoluzione Fintanto d’inverno, quando aspetti la neve Il mare è quel lago nel ventre – leggera si posa – senza nazione Il mare è un modo di essere, e’ camminare sul mondo Stando leggeri, protesi in avanti Dita spalancate filtrano vento di acqua di forma rotonda Che siano maledetti i finti amanti del mare abituati a issare le vele. Separare. Sparare. Lacrime e sale. Senza appello. Questa volta è la fine. Continua a leggere il Mare e gli impostori

Nati ultimi negli anni ´70

Si spengono le luci di Natalenella notte dell´ ultimo avventoSi torna a casa. Al liceo. Al libretto delle giustificazioniSi torna indietro nel tempo. Si scavano i tunnel.come se noi, nati ultimi negli anni ´70,non avessimo il diritto al presente nel presente. Persi negli scroll alla disperata ricerca di un likeNoi che a stento sappiamo usare i computer.Ci deridono il nostro far domande ai tarocchi.Professionisti di niente. Dal cuore spezzato.Quasi tutti soli. Divorziati. Leggermente incazzati.Sparsi. In quel che resta della vecchia Europa. Ci hanno insegnato mestieri fuori dal tempo.E non ci hanno detto che guardare la luna per ore,disegnare con acqua … Continua a leggere Nati ultimi negli anni ´70

Bisestile

Regina di cuori Sulla scacchiera Se ne sta tra tanti quadranti completamente sola Proprietà verbale Desiderare dormire Attorno a lei il vuoto di tanto amore senza parole Comincia il gioco Scappa l’alfiere Se la luna le fosse amica avrebbe vinto da un pezzo Sistemi complessi Partita analogica Non c’è alcun re a farla ridere, arriccia le spalle Sfere di vetro Coperta pesante Cala il sipario sulla fine dell’anno bisesto funesto. Come da infarto Continua a leggere Bisestile

Impressioni scorpione

Addio aeroporto Il suono amico a Dirmi che il giorno comincia Muto Tutto pronto Le lanterne di San Martino A salutare l’autunno Buio Poesia corsiva Fino ad ora ho urlato troppo Soffio sui momenti brutti Lockdown Luna blu Si naviga a vista Vele spiegate Macrame‘ Annodo snodo Il piacere del tempo annullato Casa bianca in affitto Sottovoce Poche parole Tanti libri non letti Manca il verbo alla fine Acquamarina Respiro pesante Dormono i morti Nella notte delle streghe Halloween Un bacio Emozioni analogiche Fumo di sigaretta Sedicenne Continua a leggere Impressioni scorpione

Destini di sangue

Trema la terra, crolla la casa, pesanti le pietreTuo padre resta di sotto. Inizia la guerra, ti afferra il soldato, tu sei una bambinaC’e’ poco da lottare In un paese lontano di cento anni fadue giovani donne inconsapevoli autrici di destini di sangue. Gli inverni e gli autunni a sotterrare il doloreChe non si tocchi l’onore. Sia la vergogna serrata nel cuore! Di madre in figlia, nessuno ne parlaL’ossessione dei corpi, puliti all’estremo Ingozzarsi di cibo, disinfettare la cucina,Lavarsi lavarsi lavarsi fino a raschiare la pelle, le viscere, il cuore Il rubinetto aperto, l´acqua che scorre, tutto diventa un lagosenza … Continua a leggere Destini di sangue

No

L’altra meta’, Dicono tutti Ti servira’ Alla costruzione della tua Identita’. Idiota tedesco. Nato nell’anno sbagliato Tu Abituato Viziato, alle Auto. Coi piedi sudici e le ascelle puzzolenti I mille no che avrei dovuto dirti. Digrigno ancora i denti I mille no cuciti sul cuore. Mi fai vomitare. sono stata generosa, dice l’ambasciatore Ti sei preso il sesso, Le chiavi di casa La mia pace Il suo nome Ti sei preso la spesa La mia pace Le stelle Il nostro balcone Mi hai violata. Tutta per intero Questa volta non mollo. Lo giuro Germania sempre piu’ nera Prima o poi … Continua a leggere No

La fine di una serie

Mandala imperfetti di cristalli rarefattiNon sono sufficientia curare il dolore di aborti mai avvenuti Col vento di fine maggio, tra le foglie un raggioSi staglia nel silenzioun po´ di polvere solletica le piume L’inquietudine di primavera, stesa come nebbia di seraAttiva ricordiche infettano gl eterni pori del viso irrisolti La solitudine non curata sotto questa pelle scrostataUccide le memorie delle notti senza finecon gli amici dimenticati Continua a leggere La fine di una serie