εὐδαιμονία – Demone buono dove sei?

(Fighting hard to find my good demon)


UN BLOG DI POESIA. Mia

My son my sun – my daughter my water

Fuori Berlino, la neve, le strade che vibranodentro voi, che con quei volti di vellutoche profumamo di notteequalizzate inquietudiniintercettate frequenzecomprimete catastrofi Se le oscillazioni delle fredde case di Berlino avessero la minima idea di cosa quelle guance di pace, daContinua a leggere “My son my sun – my daughter my water”

Esule

Tu guerra maledetta,costruita su laghi di riluttanza e tonnellate di droghehai spedito mucchi di soldati a sparare in Donbassper morire in battaglia, ingnari, controvoglia, sei ridicola,quasi come lo show della puttana ubriacadal rimmel sciolto e dal rosseto sbavato, che nonContinua a leggere “Esule”

Interpolazione

E l’amore, la rabbia, il doloretutto squarcia nella notte con la luna,Come fosse l’immenso cielo di Turner.

Parola

Geroglifico di una pandemia Che non va via . Questa la parola che sono diventata.

Ciao ciao

Ti tramonto, lentamente, alla centrale nucleare Ti argomento, biblicamente, nella pioggia di Roma

Nave angolare

Parallelepipedi irregolari, spazi deformi, mondi capovolti,Pareti sciolte, corridoi voraci, contro-soffitti stravolti, Nella nave canta un violino ungheresea un certo punto il suono del mare resta sospesosi sente un urto, uno squarcio, sembra quasi uno scherzo Al giglio, al buio diContinua a leggere “Nave angolare”

Blade runner

L’ecosistema di sistema, che sistema le cose Collassa (to be Continued)

Inverno

Ricordo ancora il sole,a novembre le lacrime sul mio balconericordo la tremenda verita’di quel ultimo dicembre di sei anni fa. Vorrei poter non dover commettere sempre gli stessi sbagli,Potrei a questo punto non dover commettere di nuovo gli stessi sbagli;MaContinua a leggere “Inverno”

Per rabbia

Per rabbia Correrei Di corsa Tutta-notte Per i non-boschi di Wedding. (E lo so benissimo che noi con l’anima addosso moriamo più spesso) * Emily Dickinson Addestrata da decenni alla fame mi godo i miei trecento tramezzini, di rame (EContinua a leggere “Per rabbia”

Africa

Un viaggio eterno Dal Ghana al disarmo Dell’io – mio dio – che decide l’addio Per finire nelle stanze dell’Europa del nord A togliere di mezzo gli ostacoli con GOD Pregando – si fa per dire – di non avereContinua a leggere “Africa”

Autoritratto

Le donne di luna hanno frangia e capelli lunghi Un tatuaggio sull’indice destro in asse perfetto con le loro figlie dalla pelle fragile Le donne di luna sono belle anche in quarantena Bravissime a piazzare detonatori nei i tribunali minoriContinua a leggere “Autoritratto”

Just Stay

Cadi leggera stella croccanteJust stayFelice saltella, grida l´amanteJust stayIl bianco infinito della neve brillanteJust stayCerca la pace, sotto la coperta ardente

Turbamento

E poi c’è la notte dell’ insonnia Dove a nulla servono la preghiera e l’oro delle foglie Tra pioggia e vento d’autunno, si infiltrano mille pensieri canaglia Tutto scorre da un anno in questo corpo vuoto niente amore Il traslocoContinua a leggere “Turbamento”

Scozia

Scappan le nuvole, scappa il ventosi infilano lingue d´acqua tra le rughe del mento avrebbe tenuto tutto l´amore delle alte terrein un giuramento scritto a fuoco sulla sua pelle ma l´elettrocardiogramma teso lungo le spalleprometteva un altro inverno senza farfalleContinua a leggere “Scozia”

(Vita) Errante

Finalmente arriva la notte che annera le muraLa chiaroveggente di Birmingham mi legge la lunaio vestita di vetro per nascondere il cuorecorro veloce attraverso la spiaggia raggiungo la duna Il cuore si ammala, va dal dottoreIo rimango al buio aContinua a leggere “(Vita) Errante”

DISintegrata

Tendiamo le mani al diavolo, (ci nascondiamo in un angolo) diamo la colpa all’alcool (vorremmo comprare casa a Bristol) siamo i soliti mariani, (zingari diventati operai) a meta´ tra la vita e la morte (l’amore, il silenzio e la consorte)Continua a leggere “DISintegrata”

Amandoti

(Gianna Nannini) Amarti m’affatica Mi svuota dentro Qualcosa che assomiglia A ridere nel pianto Amarti m’affatica Mi dà malinconia Che vuoi farci è la vita È la vita, la mia Amami ancora Fallo dolcemente Un anno un mese un’ora PerdutamenteContinua a leggere “Amandoti”

Patriarchy

Il diritto è diritto di chi lo solleva Un’onda contro il patriarcato si leva Il peso del bimbo sul ventre che spinge Altrove un altro uomo padre si finge Ammanta la neve coperta Berlino Se solo potessi un’ultima bottiglia diContinua a leggere “Patriarchy”

AIR

The army arrives. It lines up the coffins.Kindergartens close. She sings in the gardens.Time does not pass. You can only touch me with your eyes.The world stops. Don’t you dare cough.Field hospitals. It looks like a movie.A very old film.Continua a leggere “AIR”

Pianto

Come un secchiello colmo d´acqua, portato a fatica da un bimbo in balcone, ad annaffiare le piante, cosi straboccano le lacrime fuori dagli occhi. I quali per fare i forti, restano ostinatamente aperti.

Bisestile

Regina di cuori Sulla scacchiera Se ne sta tra tanti quadranti completamente sola Proprietà verbale Desiderare dormire Attorno a lei il vuoto di tanto amore senza parole Comincia il gioco Scappa l’alfiere Se la luna le fosse amica avrebbe vintoContinua a leggere “Bisestile”

No

L’altra meta’, Dicono tutti Ti servira’ Alla costruzione della tua Identita’. Idiota tedesco. Nato nell’anno sbagliato Tu Abituato Viziato, alle Auto. Coi piedi sudici e le ascelle puzzolenti I mille no che avrei dovuto dirti. Digrigno ancora i denti IContinua a leggere “No”

Third of May

It is a grey day May day Capitalism ends Greece shows his hand Specificity is what we want Vulnerability what we’ve got Fresh air in the cloud hair stucked in the mouth The fear of tomorrow The nature I borrowContinua a leggere “Third of May”

Pandemia

Le maschere le tende quei letti che sembran tavoli La paura i brividi quel bruciore in fondo ai polmoni La primavera l’aria fresca il silenzio della citta’ Bambini che corrono bambini che ridono, qui dentro il tempo non passa maiContinua a leggere “Pandemia”

Tuono

Parlare con dio Richiede il silenzio Del vento cupo Di un inverno sbagliato.

Crushed

Muore una stella A ricordarci il dolore delle notti senza luce la disgrazia del pezzente In metropolitana Non c’e’ podio Solo oceano La California Stando soli. E certo che adesso il mondo lo piange Con tre herpes sul labbro InContinua a leggere “Crushed”

Contorni

E´ come la parete del ghiacciaio che si scioglie troppo velocemente in primavera. Fa paura O la linea del mare spezzata dalla burrasca, mentre i migranti fanno rotta verso nord. Non si vede niente E´ come la pelle umana cheContinua a leggere “Contorni”

Metafore e sincopi

Finalmente sono pronta A giocare con le righe Inventarmi le metafore Respirare con le sincopi Leggere gli oroscopi Guardare le foglie cadere La mia piccola figlia, andare

Groenlandia

E poi c’e’ il silenzio Di chi non ha piu’ voglia Di spiegare l’acqua al deserto

Una giornata realativamente bella

“Ci sono sogni di questo tipo. Sogni complicati che si sviluppano in una serie di frammenti senza nesso alcuno. Ogni frammento ha la sua consistenza, ma una volta messi insieme, si annullano l’uno con l’altro”. H. Murakami L’assassinio del commendatore

Oceano mare

Scappa via da me, oceano Rifugiati nel fondo del mare. Rannicchiati, filtra i rifiuti. Piangi lo sporco, l’olio, i colori Nascondi i tramonti. Le onde possenti Salva il sale dalla mia presunzione Misurati la febbre. Rompi il ghiaccio Uccidi balene,Continua a leggere “Oceano mare”

Alba

Non facile rompere un cuore gia’ rotto (eppure…) Oggi la luna e’ sottile come l’acqua L’amore affilato come una lama Le sue carezze sul seno leggere come il vento Eppure il dolore come stato di essere non cessa Dormire comeContinua a leggere “Alba”

Allegoria

E se quel Capodoglio spiaggiato a portocervo Fosse uno di noi? E se quella plastica nel suo stomaco Fosse il cancro dei nostri organi? E se questa primavera violenta come sempre Fosse il nostro (eterno) riposo? In questa notte diContinua a leggere “Allegoria”

Futuro Manifesto

tramonti Di sabbia oceano di acqua Lisbona e buen ritiro. Neasuna pensione (Moriro´ prima di allora?) Ho pagato i contributi Non sono abbastanza Un ventre due semi tanti semi due bambini Sono responsabile vivo il presente non pago i contributiContinua a leggere “Futuro Manifesto”

Come una crisalide fatta d’aria

Di’ la verita’. Anche se non ci sono piu’ parole Dimentica te stesso. Ascolta Non avere piu’ paura. Torna ad essere acqua Ama. Lascia andare quel dolore

Aquiloni

Se la vita si muove, L’amore muore. Passano le nuvole Sui cieli alti – tanti Dell’aeroporto. Gonfi gli aquiloni Nel vento di un tempo. Finalmente l’autunno, Un letto, gli abbracci. Possiamo decidere di diventare grandi Mettere mano ai colori DipingereContinua a leggere “Aquiloni”

Cuore bianco

Ti lascio andare cuore bianco, ora sei leggero come la neve. In mezzo a due corpi dai respiri alterni non saranno più freddi i miei inverni. Il mio dio senza fretta farà il suo dovere e allora potrò di nuovo celebrare l’argentoContinua a leggere “Cuore bianco”

Vernissage

A concerto finito, In una sera d’estate, Buio pesto Sulla riva del fiume, tornavano a casa. Mentre mezza luna nel cielo, E un pezzo di cuore spezzato, A ricordare l’amore sbagliato di un’era. Domani aeroporto Senza volare Per trovare quegliContinua a leggere “Vernissage”

La fine

Aspetto la tempesta Di quelle che ti lavano l’anima. Con quest’afa del nord, Non si riesce neanche a pregare. Ancora un altro padre malato, Di ego di niente di maschio. Compare. Scompare. Si mette a ridere. Lui oggi vuole sapereContinua a leggere “La fine”

Solo per oggi

Aspetto il presente, Che si attarda ad arrivare. Maledetta la grazia Della disperazione, Che mi obbliga a diventare grande. Maledetti quegli occhi, La pancia le rughe e il deserto. Maledette quelle sere Alla luce lenta del tramonto. tanto noi viciniContinua a leggere “Solo per oggi”

Menu’ di pianeti

Luna di miele Sole di sale Terra all’arancia Mercurio alla vodka Venere e pere Urano mantecato Giove in padella Saturno all’arrabbiata Plutone alla greca

Maggio oggi

Prima era universo, Farfalle e supernove. Oggi e’ silenzio, Camminare lenti, Con anche la pioggia. Prima erano albe dopo notti insonni. Oggi risvegli di maggio e respiri profondi . Prima paure, lacrime e vuoti. Ora doveri, corse e sorrisi. E’Continua a leggere “Maggio oggi”

Selenite

E’ L’abbraccio forte, Quello di papa’ Che cerchi invano. Impara dal dolore A smettere di piangere, Contemplando selenite, Nella città di K. Fila dritto Senza nome Osserva Non giudicare Aspetta, Le stelle si accendono. Prega, Il ventre si sgonfia. IContinua a leggere “Selenite”

25 aprile

E’ tempo di mostrare le ferite Di smetterla di piangere Di fare pace con la guerra. Il ventre e’ teso al massimo, Fuori il vento, il silenzio, le foglie. Troppo tardi per amare. Al limite crescere, spirituale. Un altro 25Continua a leggere “25 aprile”

Stare con te

Come una farfalla, Questo amore, Sul palmo della mano, Libero di andare. Scende piano, il cuore Pianta radici Nel fango. Arriva a fondo Per poi sbocciare Seme e fiore, Sul disco d’acqua. una notte lontana Giove nel cielo a guardareContinua a leggere “Stare con te”

Victoria

Ancora un’altra storia: dove i buoni non sono mai veramente buoni, e i cattivi, mai cattivi fino in fondo. Victoria cercava disperatamente dei fratelli. Non le importava se fossero deliquenti, nazisti e protestanti. Con loro vedere l’alba. Non più sola.Continua a leggere “Victoria”

Geisha

Non si diventa Geisha per volontà Geisha si è quando non si ha altra scelta. Vita di danze, sorrisi, di mani, senza amore. E quando anche l’ultima foglia avrà abbandonato l’albero, nell’inverno più lungo di sempre, mi metto ad aspettareContinua a leggere “Geisha”

Party girl

Era il 1987. I concerti si facevano tra le rocce nel deserto io ero una ragazza party a quei tempi si ballava fino a mattino senza sensi di colpa né strazi nel cuore senza necessariamente chiamarsi per nome. Non sareiContinua a leggere “Party girl”

Senza

Potessi dormire la notte Mangiare di giorno Volare in bicicletta, Smetterei di pregare. E questo cuore potrebbe riposare. Non posso promettere niente di semplice. Riesco soltanto a disegnare A farmi baciare tanta acqua consumare Pulire non fumare Cosi’ prende teContinua a leggere “Senza”

Briciola

I miei capelli crescono solo se tu dici loro “bella“. E gli occhi verdi, trasparenti diventano, solo se tu ci guardi dentro. Quei baci sul collo: Ti devo lasciare entrare. Scivoli. Dolce come balsamo morbido come neve. Resti e ioContinua a leggere “Briciola”

alberi volanti

i paesaggi stanno cambiando, non c’e’ piu’ orizzonte dritto, tramonto infuocato, fogliame verde. oggi il nostro mondo e’ instabile. oggi i cieli si tingono di giallo e nei fiumi scorre liquido rosa. nessuna guerra mondiale. solo un’altra prospettiva. incerta perContinua a leggere “alberi volanti”

Frida

Frida voleva scappare da scuola. Disegnare sui muri. Non stava ferma un secondo. E appena incrociava il mio sguardo, arrossiva, si calmava, mi sorrideva. Le compagne le davano della matta, Le maestre col velo, fingevano di non vederla. Frida bambinaContinua a leggere “Frida”

Lo specialista

Tu, specialista dei miei sentimenti, Ricorda: Potrai sposarmi ancora. Tu, specialista della mia pancia, Non dimenticare: saro’ sempre un po’ tua. Non ti arrabbiare se ora non ho il coraggio delle mie paure. Non ti arrabbiare se ora non tiContinua a leggere “Lo specialista”

A casa mia

Paesaggi dell’anima A colori capovolti Su sfondi di juta Mai definiti Privi di contorni Cuciti all’anima Prendono vita A casa mia

Se io affamata

Affascinata da te Ti vedo Ti ami Mi scambio Ti amo Senza condizioni. Se invece ti incontro Affamata Mi sfamo Non ti amo Torno Bambina Leggo Di un’amica geniale E volo a Napoli Con te

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: