Col cuore spillato

Sotto il sole cocente della Somalia,
tra il niente, il deserto e le pietre,
ti cuciono il cuore con una spilla.
Tira il vento. Ti regalano del riso. Ti tolgono il sorriso.
Tutta una menzogna.
E a tre anni finisci a gambe aperte
sotto la lama della vecchia col naso rugoso.
Lei odie le donne. Ti taglia. Tu urli per ore.
Ti taglia ancora. Tira il vento. Tu svieni.
Corre il sangue tra gli aghi. Sigilla.
Ritorni pura. Magari muori.
Finalmente sposa.
Finalemte chiusa.
Come una rosa, nera, vestita di verde.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...