Vedere a occhi chiusi

Ivana_franke_machine
“Siediti. Chiudi gli occhi. Io spengo le luci e al mio via premi il pulsante”. E al suo via lei ha spento le luci, io ho chiuso gli occhi e ho premuto il pulsante. A quel punto in quello spazio di mezzo che sta tra le palpebre e la corteccia cerebrale, io che avevo gli occhi chiusi, ho visto cascate di latte, flash di pattern geometrici di cerchi verde acqua e rombi rossi, disturbate, talvolta, da immagini di cuori grigi, in corsa. C’è anche chi sottoponendosi allo stesso esperimento ha visto cavalli, chi ha avuto paura, chi ha riso per ore.
Ieri sera, venerdì 1 novembre, dopo mesi di attesa ho finalmente provato la Dream Machine , la macchina dei sogni di Ivana Franke, ispirata da una macchina analoga inventata negli anni ’70 dai poeti maledetti della dream (intendo beat) generation per amplificare gli effetti delle sostanze psicotrope.
Ma torniamo ai tempi nostri. La Machine è la creazione artistica più nota di Ivana, ed è il traguardo di un percorso di ricerca su luci e spazio cominciato nel 2009 con Alexander Abbushi, fondatore dell’associazione di neuroestetica di Berlino.

La macchina è una specie di semicilindro composto da un fascio di circa 300 luci (ne esiste anche una versione più grande da 600 luci, guarda il video sopra). Lo spettatore si siede al centro, chiude gli occhi e si lascia bombardare le palpebre da impulsi luminosi intermittenti secondo un diagramma frequenziale che provoca allucinazioni visive, stati emotivi. Io vedo un cuore, il bambino vede il cavallo in corsa, quasi tutti vedono pattern ottici che ricordano i quadri di Roy Lichtenstein visti da vicino.
L’installazione ha avuto talmente tanto successo che nel 2011 è stata ospitata durante la Biennale di Venezia dal Peggy Gueggenheim, fino ad arrivare lo scorso anno alla Deutsche Kunsthalle a Berlino. Da qualche settimana la macchina è tornata a casa, nell’atelier di Franke in Moabit. Ma ci resterà per poco. Settimana prossima va di nuovo in giro. Destinazione Emirati Arabi dove anche sceicci e petrolieri potrenno provare a vedere cose con gli chiusi. Continua a leggere “Vedere a occhi chiusi”

Annunci