La fine

Aspetto la tempesta

Di quelle che ti lavano l’anima.

Con quest’afa del nord,

Non si riesce neanche a pregare.

Ancora un altro padre malato,

Di ego di niente di maschio.

Compare. Scompare. Si mette a ridere.

Lui oggi vuole sapere

Lui oggi vuole vedere

Lui oggi mi ha mandato a chiamare.

Facile fare figli giocattolo.

Facile mappare saliva.

Facile come chiamare la polizia.

Tanto non ci sei.

Tu, profondi occhi blu.

Nel mio cuore da tempo non ci sei più.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...