Madri migranti per sempre

Il vento, i bambini, i tramonti, la notte.

Dormono, annegano, sul talamo, nel mare.

Si toccano, si annusano, inciampano, lontani dal seno.

In piedi, sdraiati, affamati, impazienti.

Giocano le giostre, camminano le strade, navigano le barche.

Varcano i confini, stanno a casa per giorni.

Si sporcano, li lavano, in acqua, poi muoiono.

Fratelli sorelle, alcuni piccoli alcuni grandi.

Sorrisi e lacrime, di sentimenti lievi.

Le foglie, il vento, fuori il balcone.

I vicini, il calore, i lontani, sul gommone.

Barche che partono, barche che non arrivano.

Bambini che nascono, bambini che non crescono.

Il rosa il blu di coccarde le scialuppe.

Si suda si ci bagna si corre si scappa.

Ancora una volta senza padri. Noi madri migranti per sempre.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...