La ballata delle slitte

Tutte stretteper mesi in cantina(STANNO) 10 milioni di slitte Tutte contente (ESCONO)allo scoperto di Berlinonella sua veste più carina nell’ora blutanto bianco di primo mattino (SUONA) la sveglia del nascondino Niente scuola ne’ colazionei nostri bambini (DIVENTANO) gli alleatidella vera rivoluzione I rifugi al parcola guerra di nevediscese stratosferiche(PRENDONO FORMA) in questa città dalla nuovaContinua a leggere “La ballata delle slitte”

Inverno

Ricordo ancora il sole,a novembre le lacrime sul mio balconericordo la tremenda verita’di quel ultimo dicembre di sei anni fa. Vorrei poter non dover commettere sempre gli stessi sbagli,Potrei a questo punto non dover commettere di nuovo gli stessi sbagli;Ma le persone muoiono, cambiano, se ne vanno.E lasciano un vuoto tiranno, stalattiti d’oro e tantoContinua a leggere “Inverno”

L‘eterna arringa

Il problema è che a un certo punto non sai più come dormire Stanca, sei stanca. Stanca morta per la precisione Poi ci sono quei tre pensieri ossessivi. Climax. Diventare E due bambini che a momenti voglion fare colazione Spegnersi, a questo punto, non è più un’opzione. La luna piena va in conflitto con leContinua a leggere “L‘eterna arringa”

Quartieri a casaccio

Come fa il tempo a essere sprecato,se dopo cinque anni di digiuni (veri!)salti in sella alla bicicletta più bella, corri come una gazzellati tuffi nel buio, fendi il ghiaccio, corri veloce per quartieri a casaccio? Da qui dove ora mi trovo, sono lontani tutti i massaggi,i mesi, gli anni e i compleanni. Scappo indietro nelContinua a leggere “Quartieri a casaccio”

Scozia

Scappan le nuvole, scappa il ventosi infilano lingue d´acqua tra le rughe del mento avrebbe tenuto tutto l´amore delle alte terrein un giuramento scritto a fuoco sulla sua pelle ma l´elettrocardiogramma teso lungo le spalleprometteva un altro inverno senza farfalle E´ la scozia mia grazia, e´ la voglia mai soddisfatta di viaggiare nel tempoche proiettaContinua a leggere “Scozia”