Quella volta della zuppa di farro

“Mangia la zuppa di farro, è buona l’ho fatta apposta per te”. L’ospite meraviglioso senza dire una parola, mentre gli occhi affogavano nelle lacrime, scansò il piatto e scappò in bagno a strapparsi l’utero con le mani. Da allora sono passati 25 anni. E’ caduto il muro a Berlino. La cuoca è diventata anoressica. L’ospite meraviglioso ha comprato un pappagallo. Se a loro smetti di dare amore, mi spiegò l’ospite meraviglioso, 25 anni più tardi, senza più l’utero, loro tenteranno di uccidersi. Continua a leggere Quella volta della zuppa di farro