La sottile linea bianca

Ora che sei vera sai la verità siamo vivi per usarci usa l’amore su di te muore usa il sapore su di te muore usami amore usami o muori sarai sempre sola ora che mi hai e che il pianto tuo incendia bianco calore scalda il mio amore bianco calore sfondami il cuore bianco il mio dio ciò che è mio è tuo saprai sola sporca sposa sarà sul tuo grembo rabbia e lava come bianco calore ua il mio amore bianco il calore sfondami il cuore bianco calore usa il mio amore bianco il mio dio ciò che è … Continua a leggere La sottile linea bianca

Per noi senza pelle

Deve essere che per noi senza pelle, quando si vola si arriva fino a Marte. Deve essere che per noi senza pelle, felicità morire respirare, sono la stessa cosa. Deve essere che per noi senza pelle, appena il sole torna tiepido, possiamo prenderci il lusso di guidare senza mani ad occhi chiusi verso il mare. Deve essere che per noi senza pelle, se la musica ha un senso, non può avere anche un tempo Deve essere che per noi senza pelle, l’olio di ricino sa di zucchero filato. Deve essere che per noi senza pelle, il seme di uomo ha … Continua a leggere Per noi senza pelle

Non ucciderti. Uccideresti la persona sbagliata

Non ucciderti. Uccideresti la persona sbagliata. Questo ordinò il giullare musulmano immerso nella vasca da bagno all’amante spagnolo. Era convinto, il giullare, che quando il cuore è colmo di aria, trabocca amore dalla bocca. Era convinto, il giullare, che quando il cuore è troppo grande, attraverso le porte del mondo non ci passa. E l’amante spagnolo, che ascoltava in silenzio, dopo aver sfumato il grigio sullo specchio, allineò le bussole sul bordo del lavabo. E le quelle si allinearono verso nord. Continua a leggere Non ucciderti. Uccideresti la persona sbagliata

Hokusai auf dem Fenster

I want to I want to be someone else or I’ll explode Floating upon this surface for the birds The birds The birds You want me? Fucking well come and find me I’ll be waiting With a gun and a pack of sandwiches And nothing Nothing Nothing You want me? Well come and break the door down You want me? Fucking come and break the door down I’m ready I’m ready Continua a leggere Hokusai auf dem Fenster

Antecrisalide (Montale)

Ci sono diverse Crisalidi nel mondo. Le Crisalidi d’aria, quelle fatte di sola acqua e quelle di Ossi di Seppia. Lui è Eugenio Montale. Antecrisalide. L’albero verdecupo si stria di giallo tenero e s’ingromma. Vibra nell’aria una pietà per l’avide radici, per le tumide cortecce. Son vostre queste piante scarse che si rinnovano all’alito d’Aprile, umide e liete. Per me che vi contemplo da quest’ombra, altro cespo riverdica, e voi siete. Ogni attimo vi porta nuove fronde e il suo sbigottimento avanza ogni altra gioia fugace; viene a impetuose onde la vita a questo estremo angolo d’orto. Lo sguardo ora vi … Continua a leggere Antecrisalide (Montale)

Quella volta della zuppa di farro

“Mangia la zuppa di farro, è buona l’ho fatta apposta per te”. L’ospite meraviglioso senza dire una parola, mentre gli occhi affogavano nelle lacrime, scansò il piatto e scappò in bagno a strapparsi l’utero con le mani. Da allora sono passati 25 anni. E’ caduto il muro a Berlino. La cuoca è diventata anoressica. L’ospite meraviglioso ha comprato un pappagallo. Se a loro smetti di dare amore, mi spiegò l’ospite meraviglioso, 25 anni più tardi, senza più l’utero, loro tenteranno di uccidersi. Continua a leggere Quella volta della zuppa di farro

Io sono numero otto

Ti guardi attorno e sei contento ti affacci alla scogliera per spirare il vento. quello che c’è fuori tu ce l’hai dentro. Al mare che può cambiare e per entrarci dentro devi lasciarti andare. Un sentiero che al tramonto si accende e il fuoco che hai dentro in un attimo ti prende. Ti guardi attonro e non c’è niente con il silenzio arriva il riposo della mente La pace che tu hai dentro, fuori si sente e se ti areni nelle sabbie oscure è per sprofondare le speranze e le paure. Quando all’improvviso tutto si arrende il vuoto che hi dentro … Continua a leggere Io sono numero otto