La caducità si fa un tuffo in piscina (che però è vuota)

Tracce di rossetto sui mozziconi di sigarette, tappeti di sterpaglie bruciacchiate che un tempo erano foresta, o sagome tenui di noi stessi che sembrano fantasmi che vediamo ogni volta che un autobus ci attraversa la strada, ma che poi, di colpo, dimentichiamo. O ancora: il relitto di una piscina olimpionica. Questa è la poesia diContinua a leggere “La caducità si fa un tuffo in piscina (che però è vuota)”

dOCUMENTA, la lotta ai fascismi del mondo

dOCUMENTA, con la d minuscola e tutto il resto maiuscolo, sta all’arte come i mondiali stanno al calcio. E’ considerata la kermesse più importante di contemporaneo al mondo. Solo Manifesta e Venezia (onore alla Serenissima!) sono considerate al suo pari per indipendenza commerciale e visione. dOCUMENTA ha però un paio di elementi di vantaggio. Primo,Continua a leggere “dOCUMENTA, la lotta ai fascismi del mondo”

L’arte del voltastomaco: Il caso Tsykalov

Ecco qualcosa che vi farà venire il voltastomaco. L’artista moscovita Dimitri Tsykalov 49 anni, riflettendo sulle crudeltà del mondo, in particolare sulle crudeltà commesse dall’uomo contro i suoi simili, con le armi o con la finanza, spesso ha provocato conati di vomito. Nel 2008, con la serie Meat presentata alla Maison Européenne de la Photographie diContinua a leggere “L’arte del voltastomaco: Il caso Tsykalov”